Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

Intercoiffure Italia
Roma 2012.

Intercoiffure Italia saluta i delegati di Intercoiffure Mondial passando il testimone alla Cina per l’edizione del 2016
Intercoiffure Italia, un successo oltre ogni aspettativa: record di presenze per il  XXI Intercoiffure World Congress ROMA 2012   Roma, 12 giugno 2012 – Il primo congresso Mondiale organizzato da Intercoiffure Italia si è rivelato un successo oltre ogni aspettativa, registrando un record di presenze per gli appuntamenti internazionali
dell’Associazione.

Mai un world Congress Intercoiffure aveva raggiunto questi numeri, OLTRE  1000 partecipanti, un gran successo per l’Italia, che premia il nostro impegno organizzativo e riempie di orgoglio il nostro team di hairstylist, che ancora una volta ha meritato la standing ovation e il lunghissimo applauso della platea internazionale” –ha dichiarato Carlo Alberto Rossi, Presidente Intercoiffure Italia, appena gratificato con l’onoreficenza  di Commendatore di Intercoiffure Mondial. Le tre giornate all’Auditorium della Conciliazione di Roma si sono aperte con il toccante tributo dedicato al ricordo di Vidal Sassoon, l’hairstylist londinese che negli anni ’60 ha cambiato il mondo con un paio di forbici. I suoi tagli “a caschetto” hanno fatto la storia di quegli anni, tra Bauhaus e  Pop Art, segnando per sempre l’inconscio della nostra memoria collettiva, con l’inconfondibile stile dei Beatles, di Worhol, Mary Quant, fino a Mia Farrow.  
Nei giorni dell’Intercoiffure World Congress, a Roma si sono ritrovati i più grandi esperti della coiffure mondiale, provenienti da oltre 40 paesi, quella della Germania, con 110 membri, e quella di Taiwan, con 119, sono state le delegazioni più numerose accolte, insieme alle altre, dall’abbraccio di Carlo Alberto Rossi e di
Klaus Peter Ochs, Presidente mondiale Intercoiffure,. Sul palco. per i Prestige Show di questa edizione, si sono alternati i team degli hairdresser della Fondazione Guillaume, di Alexandre de Paris e 12 team di hairstylist in rappresentanza, oltre dell’Italia, anche di Taiwan, Germania, Cile, Austria, dei paesi del nord Europa, della Svizzera, della Bulgaria, degli Stati Uniti,  di Canada e Giappone.    “Dalla platea si è assistito a un grande spettacolo – ha continuato Alberto Rossi  tagli che assomigliano a sculture e parrucchieri che con pettine e forbici si muovono come ballerini in una grande coreografia Ma tornando alla vita di tutti giorni e al nostro mestiere di artigiani, per le donne la tendenza di quest’anno è certamente un ritorno alla semplicità. L'ispirazione arriva direttamente dalle atmosfere urbane:  tagli corti e mossi, con nuance calde e naturali, come naturali sono anche tutti i prodotti utilizzati. Un “no” deciso agli eccessi, forse anche questo un effetto della crisi ma in ogni caso non rinunciamo mai alla bellezza.”
Gli appuntamenti all’Auditorium si sono conclusi con i Gala Show organizzati dai paesi simbolo di questa edizione, il Brasile, paese che ha ospitato l’edizione del 2008, l’Italia, paese ospitante e la Cina, che ha raccolto dalle mani di Alberto Rossi il testimone per l’organizzazione del XXII Intercoiffure World Congress del 2016. Per la parte ludica del congresso Intercoiffure Italia ha ospitato i soci di tutto il mondo a Villa Miani con lo sfondo una Roma bellissima per il Welcome party, la sera successiva gli ospiti hanno vissuto un momento di relax con musica dal vivo alle Officine Farneto ed infine gli studios di Cinecittà nel set di Roma antica sono stati la cornice ideale per la cena di gala con il passaggio di bandiera con la Cina che ospiterà il prossimo congresso mondiale nel 2016. Grande entusiasmo da parte di tutti i convenuti per il videomapping , nella dream factory dove l’impossibile diventa possibile, che Intercoiffure Italia ha organizzato per salutare i membri di Intercoiffure Mondial.